GENNAIO 2019

Anche quest'anno ad Addis Abeba:

Cari amici,

a fine gennaio siamo state in Etiopia per il consueto viaggio annuale. In sintesi un breve riassunto di ciò che abbiamo fatto, visto, progettato, pensato, amministrato, attuato in una settimana.

Cosa ci ha colpito di più?

 

I risultati della Formazione Professionale che offriamo

 

Come descrivere la felicità delle 26 donne alle quali abbiamo consegnato un diploma di formazione professionale? E dei due giovani uomini a cui abbiamo finanziato il corso per la patente di guida? La cerimonia ci ha commosso. Nel giro di poco più di un anno – grazie al nostro supporto – queste donne sono passate da uno stato di povertà e di inedia alla dignità di un diploma, un lavoro, un salario sufficiente a far crescere i figli.

Abbiamo visitato le scuole di formazione professionale (alcune nuovissime) che offrono corsi di parrucchiera, receptionist, sarta, assistenti negli asili nido. Quest’ultima scuola in particolare ci ha colpito per l’organizzazione e la professionalità necessaria in un ambito così delicato.

 

Le micro- attività imprenditoriali

 

E’ incredibile vedere come in pochi anni alcune delle donne (arrivate da noi in condizioni disperate) siano diventate piccole imprenditrici. Noi le abbiamo aiutate fornendo loro un frigorifero per produrre e vendere ghiaccioli, una lavatrice per lavare i panni del vicinato, una friggitrice per vendere cibo in strada o da casa e altro utile allo scopo.

Alcune di loro si sono attivate al di là delle nostre previsioni, hanno lavorato sodo, guadagnato e in alcuni casi hanno addirittura acquistato a rate una casa nei nuovi condomini offerti dal Governo alla periferia della città.

 

 

Il Progetto pilota - Corso di alfabetizzazione di base

 

Quando insegni a qualcuno a leggere, è una capacità che durerà per tutta la sua vita e che verrà trasmessa nella comunità, da una persona all’altra.

Ci piace questo motto che vorremmo diventasse un grande progetto per i prossimi anni. In Etiopia quasi il 60 per cento delle donne è analfabeta. Non possono accedere quindi ad alcuna formazione professionale dove è richiesta una minima scolarizzazione. Queste donne sono destinate quindi a mendicare, a vendere merce sulla strada e a non avere un futuro. Lo abbiamo avviato l’anno scorso come Progetto Pilota con solo 8 donne iscritte. Lo frequentano ogni giorno per un’ora circa nelle tarde ore pomeridiane. Le lezioni sono tenute da maestre professioniste.

I primi risultati sono confortanti ma vogliamo allargare questo progetto perché abbiamo bisogno dei fondi necessari.

Verso il 2020

 

Abbiamo intervistato una ventina di nuovi casi umani: quasi tutte donne e un paio di ragazzi bisognosi. 12 di loro hanno già iniziato un corso professionale che durerà circa un anno. Ai due ragazzi (quasi mendicanti) abbiamo dato la possibilità di prendere la patente di guida.

 

Con più budget a disposizione potremmo organizzare più corsi e nuovi progetti.

 

Infine….

 

Dall’Italia – dopo una raccolta di indumenti capillare per taglie – abbiamo trasportato in 4 grandi valige 90 chili di indumenti (i nostri personali erano ridotti all’essenziale). Abbiamo vestito con gioia e anche un po’ di divertimento bambini, ragazzi, donne soprattutto.

Ultima ma non meno importante informazione, abbiamo arricchito come ogni anno la dotazione di farmaci (presso la scuola di Laura) di primo soccorso per le malattie più comuni. Le medicine italiane  – a detta di tutte – fanno “guarire più in fretta” perché oltre ai componenti chimici c’è “l’amore delle amiche italiane che ce le portano”. (Kebebusch, 40 anni, sieropositiva da 20 anni).

 

Grazie infine per l’aiuto e il sostegno che ci avete riservato anno dopo anno e per ciò che vorrete ancora fare in futuro.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

A presto,

Grazia e Mariella

 

Milano, aprile 2019

Chiamaci:

+39 338 5014746

​Trovaci: 

Via Niccolò Machiavelli 16, 20145 Milano, Italia

Codice Fiscale 05383220968

 

© SelamEthiopia 2014